Casavo: intervista alla startup per vendere casa in 30 giorni

 In Intervista alla startup
casavo intervista specialisti del web

Oggi abbiamo il piacere di intervistare Fausto Maglia, Vice President of Marketing di Casavo, la startup che snellisce i processi di acquisto e vendita della casa.

Ciao Fausto e benvenuto nel nostro blog. Non vediamo l’ora di approfondire!

Fausto Maglia Casavo

raccontaci un pò di Casavo: cosa fate? a chi vi rivolgete? che problema volete risolvere?

Ciao a tutti i lettori di Specialisti del Web!

Casavo è il primo i-Buyer (instant buyer) italiano e il più grande del sud Europa, pur considerando che nessun player ha finora valicato i confini della nazione in cui è nato.

Il nostro obiettivo è restituire (o forse addirittura dare per la prima volta in assoluto) alle persone il controllo su uno dei passi più importanti che si compiono nella vita: la vendita di una casa, che non rappresenta soltanto la liquidazione dell’investimento che solitamente, per gli italiani, è il più grande effettuato durante l’esistenza, ma anche il passaggio a diversi stadi della vita adulta, segnati dalla nascita di un figlio, da nuovi progetti, da un trasferimento di lavoro.

Proprio questo processo, così importante, in Italia soffre di scarsissima trasparenza, lunghi tempi di attesa, incertezza ed è spesso fonte di grande stress, al punto che alcune ricerche lo indicano come più “faticoso” di un divorzio: in questo contesto l’Italia presenta un mercato particolarmente difficile, con caratteristiche tra le peggiori in Europa (basti pensare che per vendere una casa a Milano ci vogliono in media 185 giorni – fonte Banca d’Italia – mentre nel Regno Unito o in Germania il tempo si aggira solitamente intorno a meno di 3 mesi).

In questo simpatico video raccontiamo meglio il problema e la nostra soluzione:

come è nata l’idea? vi siete ispirati a qualcosa di esistente, o da un vostro bisogno, o altro…?

L’ispirazione è arrivata da modelli simili già esistenti in altri mercati, come Opendoor negli Stati Uniti (unicorn fondato nel 2014 che vale più di 2 miliardi di dollari). Giorgio, il nostro CEO ha sempre avuto una passione per il mercato immobiliare e l’innovazione tecnologica, oltre al desiderio di fondo di lasciare un impatto positivo nella vita delle persone attraverso un business. Mettendo insieme questi ingredienti, il risultato è stato Casavo.

Com’è il mercato italiano in questo settore? E come vi differenziate?

Il nostro modello di business è unico in Italia, quindi non è un mercato caratterizzato da un’alta competizione.

La vera sfida è innovare un settore complesso e molto antiquato, in cui la tecnologia ha giocato finora un ruolo soltanto marginale.

Se pensiamo ad altri settori come il turismo, la tecnologia ha già cambiato ogni paradigma, mentre nell’immobiliare si è visto poco o niente al di là dei siti di annunci.

Il nostro compito è quindi quello di spiegare che c’è un modo nuovo di fare una cosa “vecchia”, un po’ come hanno dovuto fare Uber o AirBnB nei loro settori.

Ci differenziamo perché non c’è nessuno in Italia in grado di acquistare immobili in 30 giorni a un prezzo ragionevole (in media offriamo l’8% in meno rispetto al prezzo di mercato), e nessuno permette di ottenere una valutazione in tempo reale seduti sul divano di casa propria.

come utilizzate il digital marketing nella vostra attività? quali strumenti usate e
con che obiettivo?

Il web marketing gioca un ruolo fondamentale nei nostri processi e il nostro budget è allocato principalmente su canali online.

Performance marketing (Facebook e Google Ads, Outbrain), marketing automation, direct email marketing, social media management (esclusivamente Facebook al momento), inbound marketing (tramite il nostro blog) sono attività che occupano la maggior parte del tempo del nostro team di marketing e comunicazione.

Come detto prima, il nostro desiderio e il nostro obiettivo è spiegare a chi deve vendere casa che oggi esiste un’alternativa, quindi dobbiamo informare le persone la novità; non vediamo il nostro pubblico come un target, ma come persone che hanno un bisogno e a cui dobbiamo picchiettare sulla spalla per dire che esiste una nuova via.

quali sono i vostri numeri? E gli obiettivi futuri?

Ad oggi abbiamo chiuso 31 acquisizioni a Milano e abbiamo già venduto 20 degli appartamenti acquisiti, tutto questo in meno di un anno.

Abbiamo aperto a Roma a inizio ottobre con l’obiettivo di chiudere le prime acquisizioni entro la fine dell’anno.

A Marzo abbiamo ottenuto un finanziamento seed stage di 1,4 milioni di euro, guidato da uno dei più importanti fondi di investimento in Italia (360 Capital Partners) e puntiamo a un nuovo round di finanziamento nella prima metà del 2019, coinvolgendo investitori internazionali (comunque già presenti nella compagine societaria).

Quando sono entrato in Casavo a Gennaio eravamo in 4, oggi siamo in 15 con l’obiettivo di arrivare a quota 25 per fine Dicembre 2018, considerato il numero totale di collaboratori più i nuovi assunti, divisi tra Milano (quartier generale) e la capitale (dove lavora il team locale che si occupa di investimenti immobiliari).

Proprio al riguardo vorrei spendere due righe: in questi giorni abbiamo aperto molteplici posizioni nel marketing, negli investimenti, nel finance, nell’IT, nell’HR, questo perché vogliamo mantenere nel 2019 il tasso di crescita avuto nel 2018 e è necessario prepararsi alle sfide che ci aspettano nell’anno nuovo. Per garantire la crescita c’è bisogno del carburante fondamentale, cioè le persone; per questo cerchiamo di intercettare i migliori talenti offrendo ottime condizioni e un contesto sfidante ma in cui si cresce divertendosi, accelerando il proprio percorso di apprendimento nella stessa misura in cui acceleriamo la crescita dell’azienda.

Eccoci qui:

team startup casavo

 

La media d’età in azienda è di 25,6 anni, perché sia noi che i nostri investitori crediamo fermamente che per fare vera innovazione servano logiche nuove a cui affiancare la consulenza e il supporto di esperti del settore.  Se alla lettura c’è qualcuno che desidera un’esperienza professionale di primo livello in una startup, l’invito è a dare un’occhiata alle posizioni disponibili sul nostro sito.

Grazie Fausto e in bocca al lupo per la vostra ricerca di talenti e per la vostra espansione!

Dietro Specialisti del Web ci sono due giovani, Alessio e Giulia, che vogliono contribuire alla diffusione dell’informazione sul mondo delle startup italiane.

Post suggeriti

Cosa ne pensi di questo articolo? Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Inizia a digitare e premi invio per effettuare una ricerca