Edilmag: la startup che porta la sharing economy nell’edilizia

 In Intervista alla startup
intervista alla startup edilmag - specialisti del web

Oggi intervistiamo una startup innovativa che ha realizzato in Italia un progetto di sharing economy e di economia circolare per il settore delle costruzioni.

Benvenuto Christian Ricciarini, Co-founder di Edilmag.

Iniziamo!

Ciao Christian, per chi non ti conoscesse, raccontaci chi sei e che startup hai fondato.

Ciao a tutti i lettori di Specialisti del Web, sono un Ingegnere edile con un passato da manager presso importanti imprese di costruzioni. Dal 2016 ho seguito la mia vocazione imprenditoriale, grazie alla quale ho realizzato importanti progetti e fondato 3 Startup Innovative: Officine Creative Marchigiane, Edilmag, Mylogo.shop.

Sono inoltre uno dei fondatori del primo Innovation District di Pesaro (ID 106).

Officine Creative Marchigiane, che integra al suo interno numerosi professionisti negli ambiti della comunicazione/marketing e sviluppo applicazioni web/APP, è stata la prima startup che ho fondato. Tramite OCM ho successivamente raccolto e sviluppato gli altri progetti che mi sono stati proposti da altri imprenditori, che cercavano un supporto concreto per la realizzazione delle proprie idee.

raccontaci di più su Edilmag: cosa fate? a chi vi rivolgete? che problema volete risolvere?

Edilmag è un’esclusiva applicazione con la quale è possibile creare l’inventario digitale del magazzino edile e connetterlo ad una rete virtuale di imprese per la condivisione dei materiali edili (attrezzature, macchinari, materiali e sfridi di lavorazione, etc.). Edilmag rappresenta il primo progetto di sharing economy ed economia circolare specifico ed applicato al settore delle costruzioni.

Il servizio, utilizzabile tramite web e APP per smartphone, è utilizzabile anche dalle imprese edili che non dispongono di un proprio deposito, anche solo per reperire rapidamente attrezzature e materiali direttamente dalle altre imprese edili vicine al proprio cantiere (noleggio, vendita di seconda mano, scambio, etc.).

startup edilmag app

 

Edilmag supporta concretamente le imprese di costruzioni perché:

  • Crea in pochi minuti un inventario online del tuo deposito edile
  • Valorizza, riduce e ottimizza le rimanenze di magazzino e gli sfridi di lavorazione
  • Trova i materiali e le attrezzature che ti servono vicino al cantiere
  • Diminuisce i costi di trasporto per i lavori fuori sede
  • Garantisce visibilità per le imprese edili verso la Protezione Civile e ai Comuni (Edilmag è gratuita per la P.A., che può utilizzare Edilmag in caso di necessità)

Ecco come funziona!

Come è nata l’idea? vi siete ispirati a qualcosa di esistente, o da un vostro bisogno, o altro…?

Edilmag nasce da un’idea dell’Architetto Rodolfo Brandi; Rodolfo è un imprenditore edile marchigiano e presidente della scuola Edile – CPT della provincia di Pesaro Urbino, che crede fermamente nell’innovazione del settore edile, fortemente colpito dalla recente crisi economica e che meno di altri ha recepito la digitalizzazione dei processi. Rodolfo sentiva fortemente l’esigenza di avere un gestionale semplice ed economico per gestire il proprio deposito e che gli permettesse di metterlo in rete per condividere con altri imprenditori avanzi di materiale, sfridi di lavorazione o attrezzature e macchinari temporaneamente inutilizzati.

In particolare, Rodolfo ha pensato ad Edilmag dopo che in seguito alla vittoria di un appalto per la manutenzione delle strade di Pesaro, ha dovuto acquistare un macchinario molto costoso. Dopo pochi giorni è stato contatto da un suo collega romagnolo, che avendo vinto la stessa gara per il suo territorio proponeva a Rodolfo di condividere il macchinario per ammortizzarne i costi.

fondatori di edilmag

Edilmag ha inoltre avuto un rilevante sviluppo sociale, che ha ottenuto già importanti riconoscimenti dalla Protezione Civile e da alcuni Comuni per la propria utilità nella gestione delle emergenze (reperimento rapido di mezzi e materiali tramite ciò che mettono a disposizione le imprese edili, nei depositi situati nei pressi della calamità). Per questo motivo Edilmag ha deciso di donare il proprio servizio alla Protezione Civile e ai Comuni italiani. Inoltre, Edison ha premiato Edilmag con la vittoria del contest Edison Pulse 2017 – categoria ricostruzione sisma, che ha portato in dote un premio di 50.000 euro per la nostra startup.

é appena iniziata la campagna di Crowfunding di Edilmag su 200Crowd e avete già raccolto 95.000 euro, siete soddisfatti?Qual è l’obiettivo? Come userete i soldi ricevuti?

Siamo ovviamente contenti del risultato raggiunto finora su 200Crowd, che conferma la validità del nostro progetto anche dal punto di vista della sostenibilità economica e dello sviluppo. Questo primo risultato vuole essere solo il punto di partenza, al fine di poterci avvicinare nel più breve tempo possibile all’obiettivo massimo della campagna (250.000 euro).

Come abbiamo dichiarato nella documentazione per gli investor, i fondi raccolti saranno utilizzati principalmente per la promozione diretta del servizio Edilmag, attraverso importanti attività di marketing digitale per raggiungere una massa critica di utenti sulla piattaforma, che ottimizzerà i benefici per le imprese.

Inoltre, investiremo i fondi raccolti anche per sviluppare ulteriormente la Direzione Research & Innovation. In particolare, vogliamo iniziare la produzione già nel 2019 del dispositivo I-link, sviluppato appunto dalla direzione R&I; I-Link è un dispositivo che rivoluzionerà il mercato degli strumenti per la misurazione della profondità di scavo, perché risulta oltre modo economico, consente risparmi di tempo e risorse e aumenta la sicurezza all’interno dei cantieri.

come utilizzate il digital marketing in Edilmag? quali strumenti usate e con che obiettivo?

Nei primi due anni di attività della startup abbiamo svolto un grande lavoro di PR tradizionali, grazie alla rete di contatti istituzionali di Rodolfo; questa attività ci ha permesso di sottoscrivere convenzioni a livello nazionale con tutte le più importanti associazioni di categoria (ANAEPA, CNA, ANCE, CNCE), che costituiscono un valore eccezionale rispetto alla credibilità di Edilmag verso le imprese edili.

Oggi siamo finalmente pronti per implementare la nostra strategia digitale che vede Edilmag protagonista di una digital campaign multicanale, con l’obiettivo di aumentare la brand awareness e di lead generation; proprio la settimana scorsa, abbiamo dato il via alla campagna social e alle attività di SEO e Google Ads, quest’ultima utilizzata appunto per intercettare quegli utenti che manifestano anche in maniera latente esigenze di snellimento del proprio deposito e di approvvigionamento alternativo di materiali e mezzi.

Recentemente abbiamo inoltre rinnovato il nostro sito, che ospita un blog dove vengono riportati articoli di interesse per il settore edile e considerazioni “senza peli sulla lingua” da parte di Rodolfo Brandi; abbiamo inoltre definito una importante strategia di video advertising e quindi popolato in maniera significativa il nostro canale youtube, con video istituzionali, di prodotto e case history. Stiamo anche valutando di lavorare con alcuni influencer, anche se è complesso individuare gli attori giusti per le specificità del settore edile.

La strategia digitale viene definita internamente dal nostro Marketing Manager Carlo De Santis Celsi, che ha un background manageriale decennale con rilevanti esperienze nel b2b e b2c.

Carlo si avvale poi della collaborazione di Digital Agency di primo piano per la realizzazione delle campagne.

Grazie Christian per averci resi partecipi di questo progetto e in bocca al lupo per la campagna!

Dietro Specialisti del Web ci sono due giovani, Alessio e Giulia, che vogliono contribuire alla diffusione dell’informazione sul mondo delle startup italiane.

Post suggeriti

Cosa ne pensi di questo articolo? Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Inizia a digitare e premi invio per effettuare una ricerca