Sooneat: la startup per migliorare l’esperienza al ristorante

 In Intervista alla startup
sooneat-header-1

Oggi intervistiamo Procolo Casella, CEO di Sooneat.

Scopriamo insieme cosa è e a cosa ci può servire!

Ciao Procolo benvenuto, iniziamo!

Raccontaci un pò di Sooneat: cosa fate? a chi vi rivolgete?

Ciao Specialisti del Web!

Sooneat è una startup che permette ai clienti di ristoranti, pizzerie, pub, stabilimenti balneari di ordinare pietanze in autonomia dal proprio smartphone con un app dedicata. Sooneat inoltre è socialeating infatti permette di far socializzare gli utenti nel ristorante e assicura recensioni reali e certificate.

Ecco come funziona!

Come funziona Sooneat?

Per utilizzarlo basta uno smartphone ed è necessaria scaricare Sooneat app.

 

 

 

Appena seduti al tavolo, si richiede al cameriere un codice di attivazione. Poi si apre Sooneat app si scansiona il codice QR del tavolo e si digita il codice fornito dal cameriere: a quel punto il tavolo è “aperto” e si può consultare il menù completo, dagli antipasti ai liquori, con i relativi prezzi, gli ingredienti e foto esemplificative dei piatti.

Ordinare è facilissimo: con un tocco si sceglie il piatto e la comanda viene automaticamente stampata in cucina; nel giro di pochi minuti, il piatto viene servito al tavolo. È presente inoltre l’opzione “note”, che consente, in fase di ordine, di comunicare particolari esigenze, come il cambio di un ingrediente o la segnalazione di intolleranze alimentari.

E per ogni evenienza, è possibile chiamare il cameriere con l’apposito tasto “chiama”.

Al termine del pasto anche il conto viene trasmesso automaticamente, e il cliente può scegliere se pagare in cassa o direttamente tramite smartphone, con Paypal o carta di credito.

che problema volete risolvere?

Ci focalizziamo su quattro problemi:

  1. Problema del servizio al tavolo spesso lento specie quando si lavora tanto, quindi miglioriamo il turnover rate.
  2. Risparmio sulla stampa dei menu in quanto il ristorante spende in media 2800€ all’anno per la stampa dovuto all’usura, al cambio chef, a nuove pietanze o al cambio del prezzo.
  3. Menu multilingua il ristoratore deve avere un menu molto complesso e lungo per inserire le principali traduzioni o avere personale qualificato che parli altre lingue.
  4. Il ristoratore tiene molto alla reputation e con la nostra app garantiamo una comunicazione diretta tra ristoratore e cliente e viceversa per segnalazioni in live di problemi sulle pietanze, la recensione è certificata dallo scontrino quindi solo chi ha realmente pranzato o cenato può lasciare una recensione, suddivisa per: location – menu – servizio – conto.

come è nata l’idea? vi siete ispirati a qualcosa di esistente, o da un vostro bisogno, o altro…?

L’idea è nata da un’esperienza diretta proprio in un ristorante affollato dove si perde il tempo per avere il menu, poi per ordinare e alla fine anche solo per chiedere il conto.

Quindi tempi molto lunghi per la gestione che ci hanno dato la sensazione di un pessimo servizio.

Eccoci qui:

 

Team Sooneat startup

come utilizzate il digital marketing nella vostra attività? quali strumenti usate e con che obiettivo?

Utilizziamo principalmente i social, già solo con Linkedln abbiamo raggiunto più di 3.000 Lead e su instagram abbiamo raggiunto nel giro di 2 mesi quasi 5.000 utenti che ci seguono, con l’obiettivo di raggiungere innanzitutto i nostri clienti (ristoranti, pizzerie, pub).

Abbiamo un blog nel quale scriviamo in ottica SEO. Per farci trovare su Google inoltre utilizziamo Google Ads per intercettare gli utenti potenzialmente interessati e usiamo l’influencer marketing grazie a Giulio Gagliano.

Siamo una startup, ma lavoriamo come un’azienda super organizzata non siamo seguiti da acceleratori o incubatori, abbiamo operato affinché da soli riuscissimo a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati.

ad oggi quali sono i vostri numeri?e quali gli obiettivi?

Abbiamo già 10 ristoranti su Milano usati come pilota per garantire un sistema che dia oltre il servizio la qualità.

L’obiettivo è quello di raggiungere entro giugno almeno 80 ristoranti su Milano ed entro il 2020 oltre il 15%.

Da tenere conto che su Milano sono presenti 8.665 ristoranti e che rappresenta solo il 2,7% con oltre 329.000 ristoranti in Italia.

Grazie Procolo e in bocca al lupo!

Caro lettore, se l’intervista ti è piaciuta, qui puoi trovare altre interviste alle startup italiane.

Dietro Specialisti del Web ci sono due giovani, Alessio e Giulia, che vogliono contribuire alla diffusione dell’informazione sul mondo delle startup italiane.

Post suggeriti

Cosa ne pensi di questo articolo? Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Inizia a digitare e premi invio per effettuare una ricerca