Together Price: la startup per risparmiare condividendo gli abbonamenti online

 In Intervista alla startup
together price intervista

Oggi abbiamo il piacere di intervistare Sabrina Taddei, CMO & Co-founder della startup Together Price.

Scopriamo insieme come funziona e quanto fa risparmiare!

Ciao Sabrina e benvenuta!

raccontaci un pò della vostra startup: cosa fate? a chi vi rivolgete? che problema volete risolvere?

Ciao ragazzi.

Together Price è una piattaforma che aiuta gli utenti a condividere in gruppo le spese di prodotti e servizi digitali multiaccount come Netflix Premium, Spotify Family, Nintendo Switch Online, etc..

In un unico servizio mettiamo a disposizione degli utenti la possibilità di creare il proprio gruppo aggiungendo i propri contatti tramite Facebook, Gmail oppure invitandoli da whatsapp o via mail, una volta formato, il gruppo ha a disposizione una chat privata con cui comunicare e un wallet virtuale dove raccogliere le quote di ognuno mese per mese.

come è nata l’idea?

La manifattura è italiana, Together Price nasce a giugno 2016 dall’idea da tre appassionati di tecnologia: mia, di Marco Taddei (CEO) e Luca Ugolini (CFO) amico di infanzia di entrambi.

Con l’arrivo in Italia di Netflix abbiamo provato a condividere i costi dividendo in gruppo il costo dell’abbonamento Premium da 4 schermi sperimentando tutte le difficoltà di condividere: formare il gruppo, comunicare con tutti e raccogliere le quote mese per mese. Per la sola azione di condividere abbiamo avuto bisogno di utilizzare molteplici piattaforme con un dispendio di tempo, energie e denaro. Non trovando alcuna risposta online, non c’era infatti nessuna piattaforma che agevolava questo processo, abbiamo deciso di farlo noi.

Così ci siamo cimentati nella realizzazione di un sistema in grado di semplificare la condivisione di una spesa comune sviluppando una soluzione innovativa molto apprezzata dal pubblico, i numeri e il trend positivo lo confermano.
Ecco il nostro team:

Together Price Team

come utilizzate il digital marketing nella vostra attività? quali strumenti usate e con che obiettivo? Avete un’agenzia o fate tutto voi?

Abbiamo iniziato a fare marketing partendo dal media pr, un approccio insolito per una startup che lancia sul mercato il prodotto senza utilizzare il paid advertising di Facebook e Google. Siamo partiti contattando le testate, sia nazionali che piccoli blog in target con il nostro prodotto, perché avevamo capito che il nostro servizio aveva bisogno di contenuto e di essere spiegato. Ci siamo resi conto di aver fatto prima molta educazione e informazione e poi piano piano abbiamo cominciato a raccogliere i frutti delle nostre azioni.

Grazie agli oltre 150 articoli che recensiscono in rete Together Price abbiamo costruito un’ottima indicizzazione su Google. Anche gli articoli che postiamo sul nostro blog sono tutti scritti in ottica SEO e devo dirti che da lì arriva una grande mole di traffico e conversioni.

Crediamo moltissimo anche nell’ influencer marketing youtube e Instagram, ragione per la quale stiamo cercando di spostare gran parte del nostro budget marketing su questi canali.

Quali sono gli abbonamenti più utilizzati?

E’ facilmente intuibile, Netflix e Spotify sono i più condivisi. Ma Nintendo Switch Online ha in poco tempo conquistato la rete e lo testimoniano le tante condivisioni aperte dagli utenti in pochi mesi.

Da quando abbiamo poi inserito la possibilità di aprire condivisione personalizzate, sono 84 attualmente le tipologie di prodotti e servizi digitali condivisi su Together Price.

quali sono gli obiettivi futuri?

Il prossimo obiettivo di futuro imminente, è la validazione dei mercati internazionali, usciremo in Spagna e in UK all’inizio del prossimo anno e a seguire pubblicare le app IOS e Android che i nostri utenti ci chiedono a gran voce.

Stiamo scalando in Italia e l’obiettivo è di farlo anche in Europa per portare Together Price a competere presto con le grandi realtà internazionali.

Grazie Sabrina e in bocca al lupo!

Ti è piaciuta questa startup? Pensi che possa essere utile?

Facci sapere!

E scopri qui tutte le altre interviste a startup italiane.

Post suggeriti

Cosa ne pensi di questo articolo? Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Inizia a digitare e premi invio per effettuare una ricerca