Intervista a Velasca: la startup italiana delle scarpe artigianali

 In Intervista alla startup
intervista a velasca

Oggi abbiamo il grande piacere di parlare con Matteo Todisco, Chief Editor di Velasca.
Benvenuto Matteo, iniziamo subito con l’intervista!

RACCONTACI UN PÃ’ DI VELASCA: COSA FATE E A CHI VI RIVOLGETE?

Ciao ragazzi e grazie per ospitarci sul vostro blog! E’ sempre un piacere poter parlare di Velasca.

Velasca crea e commercializza scarpe artigianali da uomo. Tradizione, passione e innovazione sono i nostri valori principali: crediamo che l’artigianato di qualità non debba essere un privilegio per pochi. Quello che ci differenzia da altri marchi è il modello di business direct-to-consumer: vendiamo dall’artigiano direttamente al consumatore finale, saltando i passaggi intermedi che portano ad alzare i prezzi.

 

velasca scarpe startup intervista

Vendiamo attraverso il nostro sito e-commerce e negli store fisici di Milano, Roma e Torino. I nostri uffici sono a Milano mentre la produzione delle scarpe viene effettuata nelle Marche grazie ad artigiani altamente qualificati.

Ecco qualche scena di produzione delle nostre scarpe. Fate attenzione ai rumori, sono quelli degli artigiani:

Il nostro target di riferimento sono gli uomini in una fascia d’età 35-45, amanti dell’italianità e della tradizione calzaturiera italiana.

TROVIAMO GIà VELASCA ALL’ESTERO?

Sì, attraverso il nostro e-commerce, spediamo le scarpe in tutto il mondo, anche se l’80% delle vendite e degli investimenti avvengono in Italia. Per quanto riguarda gli stranieri, abbiamo molti clienti che acquistano da Parigi, Londra e dai paese nordici. Ogni tanto qualche Russo acquista una ventina di scarpe alla volta!
In futuro vogliamo aprire negozi fisici nelle maggiori città d’Europa e più avanti anche negli USA.

COME È NATA L’IDEA DI VELASCA? VI SIETE ISPIRATI A QUALCOSA DI ESISTENTE, O DA UN VOSTRO BISOGNO, O ALTRO…?

L’idea è nata da Enrico Casati, uno dei due co-fondatori, durante un periodo di lavoro in una banca a Singapore. Era alla ricerca di scarpe italiane in Cina, di qualità ma che non costassero eccessivamente, e non è mai riuscito a trovare niente che lo soddisfacesse del tutto. In quel momento ha pensato a quante persone potessero trovarsi nella sua stessa situazione, in cerca di scarpe italiane accessibili e di qualità. ll tutto è quindi nato da un bisogno personale di Enrico.

Volete sapere com’è andata a finire la ricerca delle scarpe di Enrico? Jacopo, il futuro co-fondatore di Velasca, era molto amico del fratello di Enrico. Andando in vacanza a Bali, Jacopo si è incontrato con Enrico proprio per portargli un paio di scarpe di un artigiano milanese. A quel punto hanno pensato di iniziare a vendere scarpe artigianali insieme e da qui è nata l’idea di Velasca.

Come utilizzate il digital marketing?

La nostra attività di web marketing principale è l’utilizzo di Facebook Ads.

Facciamo poi molte altre attività di sponsorizzazione del tipo Native tramite Outbrain e pubblicazioni su quotidiani e magazine.
Da qualche mese stiamo anche testando Youtube ads: performa bene e costa abbastanza poco. Anche la newsletter funziona benissimo.
Abbiamo un magazine online, chiamato A Million Steps, che parla di italianità. Non è direttamente correlato a Velasca, è un pò come se fosse un altro brand, ma spesso accade che i lettori scoprono di Velasca e poi acquistano. L’obiettivo principale di questa pubblicazione non è tanto la vendita ma piuttosto è fare branding.

 

Blog a million steps startup velasca

Grazie Matteo, è molto interessante come Velasca stia aprendo le porte dell’e-commerce all’artigianato calzaturiero italiano. Speriamo che possa succedere lo stesso per molte altre tipologie di artigianato, in modo tale da espandere il loro mercato sia in Italia che all’estero.

In bocca al lupo per i progetti di espansione futura!

Se ti è piaciuta l’intervista, aiutateci a diffondere la conoscenza sulle startup italiane condividendola sui social!

E se sei curioso di scoprire altre startup, leggi le nostre altre interviste alle startup italiane.

Alla prossima… startup!

Dietro Specialisti del Web ci sono due giovani, Alessio e Giulia, che vogliono contribuire alla diffusione dell’informazione sul mondo delle startup italiane.

Post suggeriti

Cosa ne pensi di questo articolo? Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Inizia a digitare e premi invio per effettuare una ricerca