YoAgents: la startup dei venditori on demand

 In Intervista alla startup
yoagents intervista a specialisti del web

Oggi abbiamo come ospite Pierluigi Casolari, CEO della startup Yoagents che ci spiegherà cos’è, come funziona e perché dovremmo usarla.

Iniziamo!

Ciao Pierluigi, per chi non ti conoscesse, racconta un pò chi sei e come sei diventato uno startupper

Ciao Giulia e Alessio, la mia carriera di startupper comincia nel 2006, quando ho fondato insieme a Edoardo Turelli Koinup.com, uno dei primi social network mai realizzati in Italia, che è poi diventato punto di riferimento per la community degli utilizzatori dei mondi virtuali (mmorpg).

Nel 2012 abbiamo venduto la società alla multinazionale australiana Exit Reality.

Lo stesso anno ho fondato CheckBonus divenuta oggi una delle principali piattaforme di proximity marketing in Italia.

E.. ora la startup YoAgents.

raccontaci un pò di YoAgents : cosa fa? che problema vuole risolvere?

Yoagents parte da un problema che come startupper ho vissuto più e più volte: validare velocemente e in tempi rapidi il modello commerciale, ovvero trovare potenziali clienti.

YoAgents risolve questo problema ripensando il mondo delle reti commerciali. L’obiettivo è di digitalizzare i processi di vendita attraverso l’app per gli agenti (l’app Yoagents, appunto) e una dashboard per le aziende partner che consente loro di avere un pannello di controllo e monitorare l’andamento delle campagne di acquisizione commerciale.
Ecco come funziona:

chi è il vostro target di utenti? – come è nata l’idea? vi siete ispirati a qualcosa di esistente, o da un vostro bisogno, o altro…?

I nostri utenti sono agenti di commercio, procacciatori, venditori che cercano nuovi mandati e nuovi servizi da proporre. E i nostri clienti sono altre startup, o altri servizi digitali che hanno bisogno di accelerare la crescita e convenzionare nuovi clienti.

L’idea è nata all’interno di Digital Magics dal genio di Edmondo Sparano, che dopo avere analizzato centinaia di business plan ha capito che il problema di tutte le startup non è il prodotto, ma è la capacità di aggredire correttamente il mercato. Io sono stato chiamato da Edmondo per gestire e far scalare il modello.

Quali sono i vostri numeri ad oggi?

Abbiamo oltre 3000 segnalatori e agenti iscritti alla piattaforma, e nel corso del 2018 abbiamo generato oltre 1000 convenzioni e abbiamo contrattualizzato quasi cento clienti business.

Avete in attivo la campagna di crowdfunding su 200 Crowd: quali sono i vostri obiettivi?

La campagna di equity crowdfunding è partita in maniera graduale ma poi ha accelerato e ora siamo già in overfunding. Abbiamo dunque un nuovo e più ambizioso obiettivo di raccogliere entro il 31/12 200.000€ di cui 133000€ già acquisiti.

Utilizzeremo il budget per lo più in termini di risorse umane per allargare il team e ampliare la base di agenti e segnalatori della nostra community.

Grazie Pierluigi e in bocca al lupo per la campagna!

 

Post suggeriti

Cosa ne pensi di questo articolo? Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Inizia a digitare e premi invio per effettuare una ricerca